Le feste di Natale si concludono ufficialmente il 6 gennaio, il giorno dell’ Epifania, anche se di certo non sarà l’ultima occasione per organizzare cene e pranzi in compagnia (a febbraio inizierà il Carnevale). Se volete terminare questo periodo sempre all’insegna del buon cibo e della buona compagnia, magari con qualche piatto un po’ più leggero rispetto alle abbuffate natalizie, prendete carta e penna e annotate questa idea per il vostro menù dell’Epifania.

Come antipasto preparate un’insalata di pesce con granchio, gamberi, piovra, sedano e patate. Solitamente viene servita d’estate e fredda, ma in questo caso potete scaldarla un po’ in padella e servirla tiepida, aggiungendo qualche oliva e pomodorini. Poi preparate un piatto da portata (o di più, a seconda del numero di persone) e servite del baccalà mantecato, questa volta però senza polenta, ma spalmato su dei crackers. Il primo piatto dev’essere caldo e nutriente, come il broeto a la ciosota, che è zuppa di pesce da servire calda (quasi bollente) e con del pane o dei crostini.

Nel vostro menù, come secondo, inserite un altro caldo piatto invernale: le sepe in umido, un piatto gustoso e facile da preparare. Non dimenticatevi di preparare anche delle verdure come contorno, in questo caso potete proporre le melanzane al funghetto. Infine, sulla vostra tavola non potranno mancare dei cestini con delle fette di pane, fra zuppa e sepe in umido, ne servirà un bel po’: bianco, ai cereali, integrale… Scegliete più tipologie per accontentare tutti i vostri ospiti.

Infine, il dolce per eccellenza nel giorno dell’ Epifania è la pinza. Questo dolce rustico si prepara con pochi ingredienti e il pane raffermo. Però, se avete avanzato qualche pandoro, potete utilizzare quello, stando attenti a non zuccherare troppo il resto dell’impasto. Se poi a tavola ci sono anche dei bambini, ricordatevi di regalare una calza piena di caramelle, anche piccola.