Le polpette sono uno dei 10 cicchetti veneziani must have. Tutti, ma proprio tutti, i bacari della città le hanno esposte in bancone, e sono così richieste, da venire “sfornate” di continuo. Non si tratta delle polpette col sugo di pomodoro, bensì di quelle fritte. Quelle classiche vengono preparate con la carne, ma se ne trovano anche a base di pesce o vegetariane, con forme diverse per distinguerne il gusto: rotonde, allungate o più schiacciate.

Per preparare le polpette, vi servirà un ingrediente principale, cioè carne macinata (di bovino, ma se preferite utilizzate quella di pollo), oppure pesce (io uso il tonno in scatola), o verdure (gli spinaci vanno benissimo, oppure le carote). Poi procuratevi delle uova, pan grattato, formaggio grana grattugiato, e del latte. Infine sale e pepe per condire e dell’olio di semi per friggere.

La ricetta per preparare e cucinare le polpette è davvero semplice. Versate in una terrina la carne macinata, le uova, il pan grattato ed il formaggio. Impastate bene e se risulta troppo secco, aggiungete del latte; al contrario, se è troppo morbido, aggiungete pan grattato. Salate e pepate. Formate delle palline, passatele nel pan grattato e friggetele in olio di semi (ad immersione). In poche parole, basta unire tutti gli ingredienti in una ciotola e impastare finché sono ben mescolati fra loro.

Un paio di consigli:

  • La grandezza delle polpette può variare a seconda di come le preferite, anche se, la classica polpetta che si trova nei bacari veneziani (come quelle famose della Vedova) deve stare nel palmo di una mano
  • Se volete prepararne di economiche a base di pesce, utilizzate il tonno in scatola, scolandolo bene, se ne volete preparare con un gusto più deciso, utilizzate le sarde.