Se non ve ne foste accorti, quest’anno appena si conclude il carnevale, si festeggerà il giorno di San Valentino. E se proprio per il carnevale avete evitato la città lagunare per paura di troppa folla per le calli, ecco l’occasione perfetta per godersi questa città. Se però siete indecisi su quali tappe fare per passare il perfetto San Valentino a Venezia, ecco i nostri consigli dal pomeriggio fino a sera.

Iniziate con il più classico dei classici: il giro in gondola. Se ancora non l’avete fatto, non perdete questa occasione di vedere Venezia da un punto di vista assolutamente unico, e cioè dal basso. Cercate gli approdi meno affollati per non fare troppe code e godervi il tour con tranquillità, che non è detto che i giri più gettonati siano per forza i più suggestivi. Passate ora dalla vista a pelo d’acqua, ad una panoramica sui tetti della città. Una visita così la potrete avere dalla terrazza della Scala Contarini del Bovolo, proprio nel cuore di Venezia. Fermatevi poi per una pausa caffè da Marchini Time, in campo San Luca, magari assieme ad un pasticcino.

Se avete controllato l’ora, al posto del caffè è tempo di fare aperitivo, qui potete ordinare anche quello, anche se durante l’happy hour sarà un po’ affollato. Uno dei locali che, se non sai come arrivarci, ti perdi almeno tre volte, è la Taverna al Remer. Fidatevi però che ne sarà valsa la pena perché questo locale è in un campiello che dà proprio sul Canal Grande, con vista sul ponte di Rialto.

Potrete fermarvi anche a cena, oppure fare una via di mezzo con il buffet che viene servito durante l’aperitivo. Se invece volete regalarvi una cena a base di sushi, sashimi e nigiri, magari a lume di candela e con vista sul Canal Grande, allora prenotate al Mirai. Concludete il vostro San Valentino a Venezia con una passeggiata fra le calli della città, ormai calme e vuote dal caos giornaliero.

Immagine di copertina di Luca