Per raccontare l’unicità di una città come Venezia non servono molti preamboli. Basta una cartolina (che ormai ha un ché di vintage) o una foto per descriverne la particolarità. Solo strade, o meglio calli, pedonali, barche al posto di auto e moto (sì, anche bus e taxi viaggiano su acqua), e naturalmente tradizioni culinarie legate al territorio che si possono trovare solo in laguna. Oltre a queste e oltre altre unicità, ecco 5 locali che non ti aspetti a Venezia.

Uno dei posti che, appena ci entri, non ti sembrerà nemmeno di essere a Venezia, è la Serra dei Giardini, all’inizio di via Garibaldi (Castello). Il nome spiega già l’architettura e la natura di questo locale, che ora al suo interno ospita un bar decisamente “green”. Qui infatti non possono mancare luce e piante, che circondano gli avventori. Quale posto migliore per fare una pausa caffè e fare merenda leggendo un libro?

Se invece volete un drink un po’ più forte e magari sofisticato, scegliete Il Mercante di fronte alla chiesa dei Frari (San Polo). Fermarsi in questo locale diventa un’esperienza, con un menù di cocktail sul tema del viaggio. Dopo gli abbinamenti del menù “Marco Polo”, bisogna provare quelli del “Magellano”, ma l’unicità di questo locale sta anche negli arredi. Per un classico aperitivo, invece, fermatevi al Bacaro Jazz, a due passi da Campo San Bartolomeo (San Marco). Alzate gli occhi e scoprirete la particolarità di questo locale: tanti reggiseni colorati appesi al soffitto.

Per chi volesse gustarsi un pranzo a base di tipica cucina veneziana, le opzioni sono infinite (o quasi), ma di locali che non ti aspetti ce ne sono decisamente meno. Uno di questi è il ristorante La Caravella, in Calle Larga XXII Marzo (San Marco). Sarà come entrare in un’imbarcazione, con pareti rivestite in legno, sirene alle pareti, cime e timoni a fare da decorazione. Infine, un altro locale particolare a Venezia è l’Antica Trattoria Poste Vecie, vicinissima al Mercato di Rialto (San Polo). Qui infatti si può entrare solo attraversando un ponte in legno.

Immagine di copertina di Serra dei Giardini