Non tutti amano far festa in locali affollati e con musica a tutto volume, e ad Halloween di queste feste ce ne sono a volontà. Quindi, se non volete rinunciare a riunirvi con amici e festeggiare in compagnia sfoggiando le vostre peggiori maschere, perché non la organizzate voi la perfetta serata di Halloween? Puntate su una cena a tema con “location” allestita appositamente per l’occasione.

Partiamo dalla tavola che è il centro di ogni festa che si rispetti. A seconda degli spazi a vostra disposizione, potete scegliere di organizzare una serata più informale con un ricco buffet, oppure preparare una tavola sontuosa, con un bicchieri per acqua e vini, posate e piatti per ogni portata (ma anche una via di mezzo può andare). Se non volete andare sul classico abbinamento nero e arancione, il consiglio per l’allestimento è di puntare sul total black. E intendo proprio total: tovaglia, piatti, bicchieri… Al massimo aggiungete un tocco di rosso bordeaux o bianco come qualche fiore o i tovaglioli, ma non esagerate.

Per quanto riguarda il menù, sarete indecisi se cucinare il vostro cavallo di battaglia (e andare sul sicuro) oppure optare per uno “horror”, in linea con la serata. Consiglio di puntare su un menù a tema ma con un po’ di venezianità. Naturalmente non potrà mancare la zucca che si può preparare in tutte le salse. Però, se volete intagliarla per creare una lanterna come fanno in America, non buttate la polpa. Anzi, utilizzatela per cucinare una vellutata o dei dadini da cuocere in forno con le erbe aromatiche e un po’ di paprika. Poi per restare in tema total black, non potete sbagliare se preparate le sepe col nero. Per il dolce sugoli color rosso sangue oppure, se li sapete fare, cupcakes con glassa nera o cookies decorati.

Infine, curate i dettagli, perché sono quelli a rendere una serata memorabile. Per esempio create dei segnaposto (o segnabicchiere se organizzate un buffet) con le iniziali o il soprannome dei vostri amici, inoltre scegliete un centrotavola con delle candele e, per gli impreparati, tenete pronte delle maschere, perché sicuramente qualcuno se ne dimenticherà.

Immagine di copertina The Decorista